Notte di eterno

In quella notte che durò diversi giorni
di tempo e di orologio che andava all’indietro
sospeso tra non spazio e non tempo
fuori diluviava
che minchia accadde, non so solo chi lo sà
ma nel sonno profondo però svegliato
dalla tanta pioggia sull’abbaino
che cantava, suonava: maremototuonovento,
feci un viaggio nel mio DNA
incontrai l’invisibil maestro
che poi sono io nel futuro del nontempo
che mi guidò nel viaggio
a parte le cazzate, volevo sol scrivere
che ti vidi, te, nel mio DNA, scritta sin dall’inizio
sei la più Bella,
da sempre e per sempre!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...