Piccolo segreto

Non fatemi arrabbiare…

A causa di atti di sciacallaggio che mi è capitato di vedere, utilizzati da marketing più o meno grossolano e da programmazione linguistica più o meno grossolana, mi vedo costretto a svelare un piccolo segreto relativo alla lingua di Dio, cioè alla possibilità di trasmissione del pensiero attraverso la comunicazione orale che, grazie al ricordo inconscio, può aver effetti anche nella comunicazione scritta.
Con l’obiettivo di smutandare gli sciacalli che, in pratica non sanno una minchia ma si credono furbi e vogliono far soldi/plagiare persone.
Tal segreto è roba da asilo nido:
durante la comunicazione orale, all’interno delle parole dette, la sillaba AN apre la trasmissione di quello che si sta pensando all’interlocutore e la successiva sillaba AN chiude dopo che il transiente di forma o idea mentale è stato trasmesso.
Parimenti, tra interlocutori, è possibile “mangiare” il transiente di pensiero di chi ci sta ascoltando con fiducia con lo stesso metodo sopradescritto, in base a chi dei due interlocutori ha, al momento, più pensieri, secondo il principio dei vasi comunicanti.
Mi auguro che questo segretino da asilo nido venga utilizzato solo per fini terapeutici ed etici, da adesso in poi!

Se ti dico banana mentre penso ad una mela, tu a cosa pensi? 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...