Messaggio di Natale

Non mi piace la situazione socio-economica in cui versa l’Italia.
Troppa povertà mentre pochi sono ricchi.
Attitudine diffusa a fottere il prossimo ad ogni scatto d’ira e anche senza ira e si va sempre più spesso per vie legali, anche per piccole cose e gli avvocati si arricchiscono approfittando di un sistema aberrato.
Politici troppo remunerati per l’abilità di dissimulare la verità e fare marketing di opinioni.
Cervelli, tecnologia, gente lautamente remunerata per inventare cose che sono gia obsolete e programmate per essere sostituite e ricomprate e per creare nuovi bisogni vacui.
Scienza, medicina, farmacologia, per tamponare e fare soldi approfittando delle malattie e malesseri causati da un approccio malato alla vita, da un sistema globale che fa ammalare la gente.
Psicologi che tamponano il disagio psichico della gente causato dal sistema globale che deprime, ottunde ed ammala le psiche della gente.
Denaro onnimpresente come falso dio adorato da una popolazione dimentica di sé stessa, falsi valori, disvalori, acredine, conflitto, guerra, lupi che mangiano lupi…
Sogno una società guarita attraverso un intento ed una direzione chiara che parte dal vertice, il modo più efficace, piuttosto che perdersi nel falso dialogo tra le parti più o meno basse che serve solo a distogliere dalla verità delle cose e a consumare energie, denaro, risorse fisiche ed intellettuali.
Il sesso, oggi stanco, spesso aberrato, annoiato, visto come unico momento di fuga dal male di vivere, diventa momento di creazione e sfogo di impulsi di menti malate, sempre più mercificato, sempre più dannoso, anche a sé stesso; meno sesso, più procreazione e soprattutto più Amore nella società che sogno.
Il sogno di una società, e qui l’aspetto rivoluzionario ed inedito, in cui tutti, dal contadino al falegname, al capo di Stato, dal medico all’idraulico, dal ragazzo senza lavoro che vive con i genitori al genio dell’informatica, tutti ricevono la stessa quantità di denaro, parità assoluta delle disponibilità monetarie tra TUTTI i cittadini: così si estirpa il male del falso dio denaro senza eliminare il denaro, rispettando le diversità e rispettando le eguaglianze!
E soprattutto: la Natura, la Natura, la Natura!
Dove si va dimenticando il legame indissolubile con la Natura, si dimentica l’armonia con la Natura, a causa della distorsione della psiche e del corpo dei cttadini, della rovina dei rapporti sociali e civici, occorre tornare ad Amare la Natura e ad obbedirle, curarla, affiancarla come nostra madre comune, figlia comune, moglie comune.
Altrimenti la Natura si arrabbierà, molto presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...