dal latino cum patior – soffro con

Il principio maschile ed il principio femminile,
realizzano flusso, movimento, vita, tramite l’alternanza,
volente o nolente, maschi e femmine sono soggetti alle regole del flusso, dell’alternanza della forza vitale, dello scambio,
piuttosto che della simultaneità.
Da tempo immemorabile i maschi terrestri hanno acquisito progressivamente sempre più forza vitale, potenziando i loro nuclei egoici, relegando le femmine a ruoli secondari e determinando le vicissitudini della specie terrestre, fino alla possibile conseguenza estrema della estinzione.
Come tra partner che vivono in armonia ed entrambi felici, così deve essere riportata la relazione tra sfera maschile e sfera femminile a livello globale ma il processo non è certamente indolore, vista la drammatica condizione in cui si era arrivati tutti.
Il maschio si è disabituato a soffrire per la femmina, disabituato a morire per la femmina, troppo abituato al comando, alla potenza, alla pienezza di sé, ottenuti da una femminilità sempre più depredata, mercificata, strumentalizzata, rubata.

Ed allora se vi è un maschio che si è accollato di soffrire, di morire, di sporcarsi, di ammalarsi per la sfera femminile in generale, non fa altro ciò che il maschio è in Natura chiamato a fare, quello che tutti gli altri maschi da troppo tempo hanno disimparato a fare.

Da non dimenticare che anche la femmina non è immune da colpe, nel clima snaturato di una civiltà che ha toccato il fondo del suo declino, la donna, pur se considerata spesso in secondo piano, ha sempre mantenuto viva la sua capacità di compiere scelte più o meno consapevoli, più o meno libere e probabilmente, troppo spesso scelse di portare avanti la forza, la vita, il comando, di maschi, di presunti uomini che in realtà non erano adatti ad esserlo ma solo esempi del peggio del peggio di una civiltà non solo malata ma allo stadio terminale di esistenza, dove regnavano disvalori e si sceglievano re quali portatori eccellenti del disvalore che era diffuso ovunque sino a sembrare l’unico modo di proseguire, non la vita ma la distruzione totale, dell’umanità, della Natura terrestre e conseguentemente di apportare gravi danni agli equilibri universali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...